Demetrio Albertini
Demetrio Albertini

C’è modo e modo di vivere le sconfitte. Quello raccontato da Demetrio Albertini, stella del Milan anni ’90, fa emergere la semplicità e la bellezza dello sport. Nel libro “Non accontentatevi di un pareggio mediocre” scritto da suo fratello, don Alessio (consulente ecclesiastico del Csi, ne abbiamo parlato anche qui), il centrocampista ricorda di essere sceso di nuovo in campo, a 48 ore dalla finale mondiale persa ai rigori con il Brasile, a Usa ’94. Lo stadio non aveva migliaia di posti: “Era il mio oratorio, una sfida tra ”quelli del ’71” e il ”resto di Villa Raverio” ”, borgo di 1.200 abitanti a 35 chilometri da Milano. “C’era tutto il paese – ricorda Albertini – in quello che era e rimane, il posto migliore dove far festa e accettare serenamente anche le piccole grandi sconfitte di tutti i giorni”. Ed è quella, e non chissà quale trionfo, “la partita che ricordo con più affetto”. In quell’oratorio, ricorda Albertini, “il primo allenatore che ho avuto è stato mio padre Cesare, che durante la settimana era impegnato con il lavoro e si rendeva disponibile solo per la partita della domenica”. Il calcio in oratorio, prosegue, “rispecchia i valori dello sport di strada. Lì ho scoperto il senso innato della competitività, ma soprattutto ho appreso lo spirito del confronto e della condivisione con i compagni, sotto l’indirizzo dell’educazione cristiana: ieri quella di don Costante, oggi quella impartita da don Antonio”.
Anche se la realtà degli oratori non è quella degli anni Ottanta, e questo “dipende anche da molte delle stesse strutture oratoriali, che non si sono adeguate ai tempi – commenta Albertini –. Non hanno investito in nuovi impianti e spesso i parroci non hanno compreso il mutamento dei desideri dei ragazzi delle nuove generazioni e le aspettative dei loro genitori che erano sempre più proiettate verso la metropoli”.

© 2015 Crossmagazine.it | Crossmagazine.it è una testata giornalistica registrata al Pubblico Registro della Stampa al Tribunale di Bologna (n. 8398/2015) del 22/10/2015. Direttore Responsabile Lorenzo Galliani

Privacy e Cookie Policy | sito realizzato da: beltenis.it