Bruno Giordano ai tempi della Lazio
Bruno Giordano ai tempi della Lazio

Bandiera della Lazio, prima di andare a raccogliere successi nel Napoli di Maradona. In una intervista al Corriere dello Sport (firmata da Walter Veltroni), Bruno Giordano racconta molti aneddoti, di sport e non solo. Tra questi, alcuni passaggi riguardano la parrocchia romana “di via Induno, dove Don Pizzi ci faceva giocare tutto il giorno. C’erano persino le porte. Lui oggi ha 94 anni e io lo vado spesso a trovare”. Assicura l’ex attaccante, oggi allenatore del Tatabánya, squadra ungherese nella quale milita anche l’ex laziale Tommaso Rocchi: “Molti di noi sono stati salvati proprio dalla parrocchia. Mia madre era felice che ci andassi così ero controllato e potevo evitare brutte compagnie – continua Bruno Giordano –. Allora nel quartiere girava molta droga e i piccoli furti erano un’abitudine. La droga, eravamo alla metà degli anni settanta, ha ucciso molti miei amici, molti ragazzi del quartiere. Il calcio e la parrocchia mi salvarono”.

© 2015 Crossmagazine.it | Crossmagazine.it è una testata giornalistica registrata al Pubblico Registro della Stampa al Tribunale di Bologna (n. 8398/2015) del 22/10/2015. Direttore Responsabile Lorenzo Galliani

Privacy e Cookie Policy | sito realizzato da: beltenis.it