Luz Long e Jesse Owens

L’amicizia rompe le barriere, e attraverso lo sport educa. Luz Long, uno degli atleti beniamini di Hitler, non brillò in prudenza quando insegnò a Jesse Owens, atleta statunitense di colore, alcune tecniche nel salto in lungo. Oro (Owens) e argento (Long), fecero assieme il giro d’onore nello stadio di Berlino, nel 1936. Questa e altre storie sono state ricordate lunedì 22 febbraio durante il Giubile degli sportivi, a Milano. Come quella del Plata Rugby Club, una squadra argentina decimata durante il periodo della dittatura di Videla.
Nella Basilica di Sant’Ambrogio, il cardinale Angelo Scola si è rivolto ai tanti atleti presenti: “Voi siete di fatto i più importanti educatori della nostra comunità giovanile, molto più dei professori, dei maestri, dei genitori. I ragazzi guardano continuamente a voi. Dovete essere uomini e donne veri, vivere lo sport come costruzione intera dell’umano, come aspetto che unifica. Questa responsabilità, dai campioni alla base, riguarda ciascuno, perché attraverso lo sport passa la capacità di relazione”.
(qui l’articolo pubblicato sul sito della diocesi di Milano)

 

 

CategoryApplausi
Tags,
© 2015 Crossmagazine.it | Crossmagazine.it è una testata giornalistica registrata al Pubblico Registro della Stampa al Tribunale di Bologna (n. 8398/2015) del 22/10/2015. Direttore Responsabile Lorenzo Galliani

Privacy e Cookie Policy | sito realizzato da: beltenis.it