L'udienza del Papa ai calciatori di Juve e Milan (foto tratta dal sito della Lega di serie A)
L’udienza del Papa ai calciatori di Juve e Milan (foto tratta dal sito della Lega di serie A)

I tifosi, soprattutto i giovani, seguono con simpatia i campioni, e per questo “siete chiamati a comportarvi in modo che possano sempre scorgere in voi le qualità umane di atleti impegnati a testimoniare gli autentici valori dello sport”. È l’esortazione di Papa Francesco a calciatori e dirigenti di Milan e Juventus, nell’incontro di ieri nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico (alla vigilia della finale di Coppa Italia allo Stadio Olimpico di Roma). Per non perdere di vista “questa armonia tra uomo e atleta”, ha detto Bergoglio, “aiuta tanto sempre ritrovare l’atteggiamento dell’amateur, del ”dilettante”, che è alla base di una squadra, da dove è nata”. Da qui l’invito a essere “campioni nella vita”: “Esaltate sempre ciò che è veramente buono e bello, mediante una schietta testimonianza dei valori che devono caratterizzare l’autentico sport; e non temete di far conoscere con serenità ed equilibrio al mondo dei vostri ammiratori i principi morali e religiosi ai quali desiderate ispirare la vostra vita”.

Qui il servizio di Radio Vaticana
Qui il testo integrale del discorso di Papa Francesco

© 2015 Crossmagazine.it | Crossmagazine.it è una testata giornalistica registrata al Pubblico Registro della Stampa al Tribunale di Bologna (n. 8398/2015) del 22/10/2015. Direttore Responsabile Lorenzo Galliani

Privacy e Cookie Policy | sito realizzato da: beltenis.it