Cracovia, la veglia della Giornata Mondiale della Gioventù
Cracovia, la veglia della Giornata Mondiale della Gioventù

Lo ha detto due volte in pochi giorni. Prima in un videomessaggio ai giovani della diocesi di Brownsville in Texas, riuniti per seguire, a distanza, la Gmg di Cracovia: “Oggi si sta giocando, nel mondo, una partita in cui non c’è posto per i supplenti: o giochi da titolare, o sei fuori – ha detto Papa Francesco -. Prendi la memoria ricevuta, guarda l’orizzonte e oggi prendi la realtà e portala avanti, falla fruttare, rendila feconda”. Con un invito chiaro: “Dio ti chiama ad essere felice. Non avere paura! Non avere paura. Giocatela tutta! La vita è così”.
La seconda volta è accaduto proprio alla Gmg, nella veglia del 30 luglio: “Il tempo che oggi stiamo vivendo non ha bisogno di giovani-divano (młodzi kanapowi), ma di giovani con le scarpe, meglio ancora, con gli scarponcini calzati. Questo tempo accetta solo giocatori titolari in campo, non c’è posto per riserve. Il mondo di oggi vi chiede di essere protagonisti della storia perché la vita è bella sempre che vogliamo viverla, sempre che vogliamo lasciare un’impronta”.
Non è la prima volta che Bergoglio si rivolge ai giovani usando immagini sportive. Alla Gmg di Rio disse, chiaro: “Giocate in attacco!” (Gmg di Rio), mentre due anni fa, incontrando i rappresentanti del Centro Sportivo Italiano, invità a “non accontentarsi di queste vite tiepide, vite ”mediocremente pareggiate”: no, no! Andare avanti, cercando la vittoria sempre!”.
I “consigli sportivi” di Papa Bergoglio sono stati raccolti in un articolo di Terre d’America.

© 2015 Crossmagazine.it | Crossmagazine.it è una testata giornalistica registrata al Pubblico Registro della Stampa al Tribunale di Bologna (n. 8398/2015) del 22/10/2015. Direttore Responsabile Lorenzo Galliani

Privacy e Cookie Policy | sito realizzato da: beltenis.it