La copertina del libro "Bibbia e calcio"
La copertina del libro “Bibbia e calcio”

Francesco De Gregori aveva descritto (senza volerlo) il rapporto tra Bibbia e sport, nella canzone “La leva calcistica del ’68”. È uno degli spunti di riflessione dell’intervento Marco Dal Corso, teologo e docente all’Istituto di Studi Ecumenici “San Bernardino” di Venezia. In un incontro ideato dal centro culturale valdese di Lucca, Dal Corso, autore del libro “Bibbia e calcio” (ed Claudiana) assieme al figlio Tobia, ha citato “La leva calcistica del ’68”, una delle canzoni più famose di De Gregori. Un rigore da tirare, l’attenzione di tutti è solo sul penalty: sarà gol o no? Eppure, va avanti la canzone, “un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia”. Per Marco Dal Corso, tre spunti per parlare di Bibbia e sport. Il coraggio, anzitutto, “oltre il bisogno e oltre la paura”. Bibbia e sport, spiega Dal Corso, invitano a “buttare il cuore oltre l’ostacolo”. Poi l’altruismo, “non solo morale, come attenzione all’altro. Nella Bibbia e forse anche nel gioco, è molto di più. Io non sono senza l’altro, nasco in una relazione, è la relazione che mi fa”. Infine, la fantasia: “Un gioco senza fantasia non va da nessuna parte, per quanti schemi possiamo preparare, a calcio come nel basket” conclude Dal Corso. C’è la quotidianità, ci sono le certezze della vita. Ma non basta. Bibbia e sport “hanno bisogno di vedere oltre, un futuro ben oltre il presente”.

Qui il video dell’incontro

Qui il file pdf con venti pagine del libro “Bibbia e calcio” (dal sito della Claudiana)

CategoryParole di Sport
Tags,
© 2015 Crossmagazine.it | Crossmagazine.it è una testata giornalistica registrata al Pubblico Registro della Stampa al Tribunale di Bologna (n. 8398/2015) del 22/10/2015. Direttore Responsabile Lorenzo Galliani

Privacy e Cookie Policy | sito realizzato da: beltenis.it